Comunicare a chi?

Scegliere la nicchia o le persone comuni?

 

La comunicazione è l’elemento fondamentale per raggiungere i nostri obiettivi!

Quando comunichiamo trasmettiamo un messaggio che per essere recepito in modo corretto deve arrivare senza alcuna interferenza al ricevente.

Basti pensare che per circa il 75% la comunicazione è non verbale.

Questa non vuole essere una lezione sulla comunicazione efficace ma una considerazione sui nostri “riceventi”, cioè il nostro pubblico!

Come scegliamo il nostro pubblico per trasmettere il nostro messaggio creando attenzione e autorevolezza in quello che comunichiamo?

Ci sono due scelte:
Il pubblico di nicchia (coloro che sono nel nostro settore di riferimento).
Il pubblico comune (chi non appartiene al nostro settore e/o a quello che comunichiamo).

 

Per il primo pubblico (nicchia) che fa parte del nostro settore è molto facile recepire il messaggio, perché abbiamo lo stesso linguaggio e una struttura di codici comune.

Quali sono gli svantaggi?
– Avremo un pubblico ristretto (che può per certi versi essere un vantaggio in termini strategici).
– Non comunicheremo con le persone “comuni” alle quali magari potrebbe interessare quello che abbiamo da dire (logicamente eliminando i tecnicismi di settore).

Nel secondo caso (pubblico comune) dobbiamo tener presente che stiamo comunicando con un pubblico che potrebbe essere interessato ma allo stesso modo non comprende il nostro codice comunicativo. 

Esempio:

  • Interessato – potrebbe essere l’imprenditore che ha bisogno di sfruttare strategie digitali per acquisizione clienti o uno studente che è appassionato del web.
  • Non interessato– studente al quale non piace il mondo digitale o un imprenditore che non riesce a comprendere come potrebbe acquisire clienti dal web.

Quali sono gli svantaggi?
– Perdita di una grande fetta di pubblico!
– Perdita degli eventuali interessati!
– Perdita d’influenza su categorie diverse ma affini!

Con chi comunicare?
Rompere gli schemi e comunicare con gruppi di pubblico differente sarebbe un vantaggio in termini di feed (risposta) e d’influenza. Possiamo inoltre comunicare in modo semplice e cambiare i codici in base al gruppo di riferimento e del sistema di valori che hanno.