Le solite cose su Instagram

Quello che conosci ma anche no!

Amiamo Instagram!

*Gli utenti attivi in Italia sono circa diciannove milioni!

Gli utenti attivi al mondo a settembre di questo anno ne erano cinquecento milioni!

Le Stories di Instagram vengono utilizzate da circa quattrocento milioni di utenti al giorno.

Abbiamo novantacinque milioni di post al giorno e una storia su cinque riceve almeno un messaggio diretto di posta.

Altro dato significativo è costituito dal fatto che duecento milioni di utenti visualizza un profilo business almeno una volta al giorno,  sicuramente in crescita.

L’Italia è al decimo posto della classifica mondiale per l’utilizzo della piattaforma fotografica.

Il profilo più seguito al mondo è @instagram.

(Dati hootsuite) *

 

Le cose che conosci di Instagram ma anche no!

Considerando i dati che abbiamo elencato possiamo ammettere che esiste una crescita degli utenti presenti sulla piattaforma!

Ma come avere una buona presenza online su IG?

 

Impostare un buon profilo Instagram

Quando parliamo di profilo Instagram la prima cosa da fare è la scelta dell’account che può essere sia personale che business, in questo caso parlo di quello business.

Prima cosa che facciamo è inserire le informazioni base, cercando di rispondere in modo sintetico alle domande che un ipotetico visitatore potrebbe porci.

Questo vuol dire che nella Bio dobbiamo essere sintetici è trasmettere subito chi siamo e cosa facciamo, sia che tu sia un personal brand o un’azienda.

La prima cosa da fare è collegare il tuo account IG a facebook (sai che parliamo della stessa proprietà) dopodiché puoi partire con la stesura della Bio.

La regola principale?

Essere semplice e diretti!

Con instagram devi utilizzare il 75% del linguaggio più utilizzato al mondo che è il non verbale!

Per esempio per dire di quale nazionalità sei puoi utilizzare una bandiera, se sei un appassionato di moda potrai inserire una emoticon che rappresenta quel settore.

Inutile dire che bisogna pesare bene le poche parole che inseriamo nella Bio (es: se vuoi essere o diventare un influencer ti consiglio in ogni caso d’inserire la dicitura “creatore di contenuti”).

Inserisci le emoticon senza esagerare e non dimenticare il link per rilanciare i tuoi contenuti!

Organizzare e creare una buona Bio è il primo passo per comunicare in modo adeguato.

 

Cura del profilo

Una delle scelte più importanti è sicuramente quella dell’impostazione dello stream fotografico!

Il tuo biglietto da visita sarà costituito da un insieme di fattori che partono con la scelta del colore, degli oggetti e del tono che utilizzerai nei post.

Proprio questa scelta ti permetterà di essere identificato più facilmente dall’utente che assocerà subito la texture al tuo brand.

Quando posti una foto devi tener bene a mente quello che vuoi comunicare! Fallo con gli #hashtag che se coerenti con la foto ti permetteranno di avere maggiori visualizzazioni e interazioni!

L’algoritmo di Instagram come quello di facebook cambia in continuazione, quindi quello che vale oggi non va bene domani, ma posso darti delle indicazioni su come utilizzare gli #hashtag

  1. Esistono tre tipologie di hashtag che sono: “Grandi, medi e piccoli” utilizzali tutti.
  2. Cerca il tuo target
  3. Non utilizzare sempre gli stessi hashtag
  4. Impara a capire come cambia l’algoritmo

 

 

Cose che non tutti ti dicono

Oggi tutti vogliono diventare influencer, ambassador e opinion leader ma non tutti conoscono effettivamente cosa vuol dire essere un influencer.

Innanzitutto avere milioni di follower a meno che tu non sia un personaggio pubblico non significa affatto essere influente, inoltre sono ormai moltissimi gli utenti che comprano folowers senza conoscere le implicazioni.

Ti sei mai chiesto perché una azienda dovrebbe investire per collaborare con qualcuno che compra follower?

Pensi che il dato statistico che le agenzie o le imprese osservano per contattarti e farti promuovere un prodotto o servizio siano i tuoi follower?

Bhe ti sbagli!

Oggi le aziende valutano dati differenti da i followers e soprattutto indagano sul tuo target, quindi se pensi che solo perché hai migliaia di followers puoi definirti un influencer, mi dispiace ma ti sbagli.

L’ Influencer è oggi sicuramente un lavoro ma diventare tale lo è altrettanto.

Quindi abbandonate l’idea di comprare followers, di usare bot e gruppi di scambio ma cominciate a lavorare seriamente per essere apprezzati nel vostro settore!

Come si diventa influencer?

Osservando “quelli che sono riusciti” nell’impresa sembra tutto cosi dannatamente facile, ma prima di arrivare a esserlo come ogni cosa hai bisogno di tanto lavoro e studio, pensa solo che ho impiegato sei mesi ad aprire il mio sito e ancora è tutto work in progress!

 

Voglio però elencarti quello che a mio parere sono degli step da seguire per rendere più semplice la tua carriera su IG.

  1. Scrivi una buona Bio
  2. Imposta un profilo che abbia un senso
  3. Gestisci gli strumenti e prendi informazioni dagli insights
  4. Non comprare followers
  5. Utilizza le Stories come strategia
  6. Non utilizzare i bot (a meno che tu non sappia targettizzare a dovere)
  7. Segui i personaggi del tuo settore e relazionati con loro
  8. Utilizza una strategia integrata con fb e crea contenuti di valore
  9. Scrivi e confrontati con le community
  10. Trova con gli Hashtag popolari le pagine che ti interessano e interagisci
  11. Organizza eventi e partecipa ai workshop
  12. Leggi i dati e sperimenta la strategia da adottare
  13. Non preoccuparti di coloro che utilizzano un metodo antico oramai di follow/unfollow
  14. Impara a capire quando cambia l’algoritmo
  15. Cerca di riconoscere chi utilizza i bot

 

Gli elementi di cui sopra certamente non esauriscono l’insieme dei contenuti di cui hai bisogno per utilizzare e sfruttare la piattaforma al 100% ma cercano di darti delle indicazioni per iniziare e impostare il tuo lavoro al meglio.

Cercando su internet avrai una immensa scelta di contenuti.

Purtroppo il problema è dato proprio dalla mole elevata d’informazioni, quindi un altro consiglio che voglio darti è di non fidarti al 100% ma studia prima, poi scegli di chi fidarti!

Prima di diventare un influencer o quello che vuoi, studia il mercato, osserva e analizza dati alla mano come utilizzano gli altri instagram, controlla se i followers sono reali, se sono in target, quale strategia applicano, come si comportano nel feed e nelle strories…

Insomma usa la testa!

L’influencer oggi è un lavoro, ma non per tutti!

Scopri tool per analizzare profili instagram in:

Risorse

 

 

, , ,