Elementi chiave di marketing per le piccole attività

Strategie essenziali se guidi una piccola impresa!

Partiamo con un dato: “secondo la Small Business Administration degli Stati Uniti, due terzi dei proprietari di piccole imprese e imprenditori (66%) sono personalmente responsabili di tre o più aree della loro attività, compreso il marketing”.

Fonte: https://www.sba.gov/

 

Il dato si riferisce a imprese americane ovviamente ma proprio per questo possiamo adattarlo al nostro Paese! Perché?

L’Italia è una nazione la cui rete economica è formata prettamente da piccole e medie imprese.

In una piccola impresa o attività, l’imprenditore svolge, nella maggior parte dei casi, diversi ruoli al suo interno che esulano dalle sue competenze.

Quindi mi sono chiesto quali potessero essere le azioni, che un imprenditore dovrebbe compiere nel marketing, per raggiungere risultati e soddisfare le aspettative.

Eccole elencate!

 

Fattore Tempo

Il tempo è la variabile più importante per una azienda. In base alle azioni che eseguiamo il tempo può essere un nostro alleato o la nostra rovina!

Come sfruttare al meglio questa variabile per i contenuti da realizzare?

La prima cosa da fare è mettere da parte il tempo! Perché?

Mettere da parte il tempo significa dedicare delle ore alla realizzazione di contenuti nativi. In questo modo possiamo stabilire delle ore per scegliere al meglio, cosa e quali contenuti veicolare attraverso le piattaforme di comunicazione che abbiamo scelto.

Altro elemento da tener presente è l’obiettivo! Solo se abbiamo il nostro obiettivo ben visibile nella nostra mission possiamo realizzare quello che ci siamo prefissati! Annotare gli obiettivi strategici è la strategia che ci porterà ad avere risultati nel lungo periodo. In questo modo si avranno il 42% in più di possibilità di realizzare i propri sogni.

In poche parole non bisogna avere fretta ed essere pazienti nella realizzazione dei contenuti.

I contenuti di qualità porteranno la strategia a essere efficace!

 

 I Canali

Veicolare i contenuti di un certo livello per la tua azienda non significa solo porre il focus sui prodotti e i servizi che offri, ma devi tener presente che è un modo per farti conoscere e ampliare la brand awareness della tua impresa.

Oltre a sfruttare la tua strategia, dovrai verificare quali sono i canali adeguati per veicolare il tuo messaggio e questo dovrai definirlo anche in base al tempo.

Creare contenuti per due canali piuttosto che quattro ha una grande differenza. Dovrai tenere presente che i canali di comunicazione soprattutto del web non hanno le stesse caratteristiche e si comportano in modo differente nel rapporto con gli utenti/clienti.

La chiave di tutto è data dalla sperimentazione! Cosa vuol dire?

Significa sperimentare e svolgere un’analisi di quali possono essere i canali più appropriati per tuoi contenuti!

 

La Storia e la personalizzazione

Il terzo passo da fare per le piccole aziende è quello di creare una storytelling dell’azienda.

Ormai conosciamo tutti lo storytelling e sappiamo che se vogliamo creare valore ed essere riconoscibili dall’utente dobbiamo costruire empatia e raccontarci quasi come si fossimo umani.

La Storia è l’elemento centrale di quello che siamo e di quello che vorremmo diventare.

Lo storytelling ci permette di far riflettere gli utenti nei nostri valori!

 

Ok! Quali sono però le strategie specifiche da utilizzare per sfruttare al meglio i social media?

Eccone alcune!

 

Raccontati con i video

Al momento una delle strategie più efficaci e di maggiore impatto emotivo sugli utenti è sicuramente rappresentata dal video!

Statistiche ci dicono che guardare video ha molto più impatto sulla decisione di acquisto di un prodotto, inoltre quattro Millennials su cinque cerca il contenuto video di un prodotto!

Uno dei motivi per il crescente utilizzo delle Stories sui canali come Instagram, ci permette di comprendere l’importanza dei video per una strategia efficace e influente di marketing.

Tieni comunque presente che anche per i video, ogni canale si comporta in modo differente, quindi devi conoscere quali sono le modalità grafiche e i tempi che le piattaforme stabiliscono per il tuo messaggio.

Cosa certa a oggi è mantenere i tuoi video tra 20 -90 secondi al massimo per un buon coinvolgimento. I primi secondi del video sono i più importanti per far restare le persone a guardare.

Per i video inoltre ci sono una serie infinita di tool che ti permettono di lavorare al meglio e avere risultati soddisfacenti!

 

Performance con poca pubblicità

Prima di spendere denari per la tua pubblicità sui social cerca di comprendere come si comportano i tuoi post organici.

I post organici ci permettono di conoscere quali sono quelli più performanti ed eventualmente su quali puntare in una campagna di social advertising. Parlare di tecnicismi e sperimentare le campagne test di facebook A/B, al momento non ti serve.

Cerca in ogni caso di capire quando cambia l’algoritmo e sperimenta le stories di Instagram e facebook, per far atterrare l’utente sul sito!

Non dimenticare che gli utenti utilizzano i social come svago quindi per aumentare il coinvolgimento cerca di creare elementi di game e interazione per farli partecipare.

Indaga sulle tendenze del tuo settore e sui tranding topic per capire cosa piace agli utenti, cerca di creare interazione ponendo domande e sondaggi, questi ultimi ti aiuteranno a capire su cosa puntare.

 

L’email marketing non è morto

L’email è essenziale come i social, per una piccola impresa!

Anche la mail serve a creare contenuti efficaci e personalizzati, puoi condividere la tua storia e mostrare i tuoi prodotti trasformando i tuoi abbonati in clienti paganti.

Utilizza moduli d’iscrizione, popup e crea newsletter dedicate. In questo modo potrai raddoppiare la dimensione dell’utenza e crearti un database sul quale fare re -marketing.

Quando utilizzi la mail cerca di automatizzare la posta considerando i quattro flussi principali:

  1. Benvenuto
  2. Email carrello abbandonato
  3. Clienti per la rima volta
  4. Engagement

Esistono inoltre diverse e interminabili strategie per creare funnel di acquisizione clienti, ma volevo parlarvi in modo semplice e cercare di dare dei punti fondamentali sui quali lavorare.

Abbiamo sicuramente tantissime azioni da svolgere in una azienda, anche se piccola e molte volte non si ha il budget per delegare, quindi diverse azioni dobbiamo svolgerle noi!

Non dimentichiamo che in fatto di social, bisogna essere competenti e comprendere da cosa gli utenti sono attratti, ma svolgere anche una analisi strategica prima di creare contenuti di valore.

Avrei potuto scrivere un articolo con strategie complicate e di maggiore effetto ma ho voluto essere chiaro e darti delle linee guida per aiutare il tuo lavoro con poche semplici accorgimenti!

Ti lascio un ultimo consiglio: “Al momento il social più efficace per attrarre clienti è Instagram e la mail  l’elemento migliore per comprendere il percorso del tuo cliente”!

Ricorda inoltre di coccolare i tuoi clienti anche dopo l’acquisto e non dimenticare di leggere i dati come gli insights social.

Sono solo piccoli consigli per accorciare i tempi di applicazione delle azioni e incentivare i tuoi utenti a partecipare!

Condividi l’articolo se ti è piaciuto!

, , , , ,