Ultime news
{"effect":"type","fontstyle":"bold","autoplay":"true","timer":4000}

Intimità, marchi e profitto!

Tipo: “Facciamo l’amore con il sapore”!

Sono sempre stato un sostenitore dell’emotional advertising, ma questo è solo l’elemento persuasivo e strategico per avvicinare l’utente al brand.

Una connessione emotiva con il marchio può essere un motivatore importante per le entrate e i profitti?

Secondo la ricerca dell’agenzia MBLM “Brand Intimacy 2019 Study” che si occupa di stilare la classifica delle aziende dove il grado d’intimità con il cliente è maggiore, i brand più intimi al momento sono:

  1. Disney
  2. Apple
  3. Amazon

Alcuni marchi dei media e intrattenimento hanno guadagnato posizioni rispetto agli anni precedenti, in ordine tra i primi dieci troviamo:

  • Chevrolet
  • Netflix
  • Harley Davidson
  • Playstation
  • Youtube
  • Ford
  • Chick –fil-A

Tenendo presente che parliamo di Stati Uniti.

In una nota, il managing partner di MBLM Mario Natarelli, ha dichiarato che:

“La nostra richiesta di evasione e la nostra necessità collettiva di distrazione dalla realtà è fortemente legata ai marchi che sono cresciuti nel 2019″.

La connessione emotiva con in marchi porta il consumatore ad avere una maggiore lealtà verso essi e una propensione superiore all’acquisto. I primi dieci brand classificati più intimi hanno rilevato una crescita dei ricavi 2008-2017 dell’8,68% e un aumento degli utili del 44,98%.

Inoltre i clienti sono disposti a pagare di più e meno a vivere senza di loro.

Lo studio fotografa il tutto in base all’analisi delle risposte di 6.200 consumatori e 56.000 valutazioni di marchi in 15 settori negli Stati Uniti, Messico ed Emirati Arabi.

Quest’anno i migliori marchi “intimi” hanno visto raddoppiare il numero dei consumatori, disposti a pagare anche il 20% in più per il loro prodotto.

Ai consumatori è stato chiesto se possono vivere senza un marchio e le loro risposte hanno dato questi risultati:

(the drum)

Risulta evidente come il grado emozionale e la costruzione di strategie mirate alla realizzazione d’intimità di marca attivino un effetto positivo sia in termini di profitto che di fidelizzazione.

Il rapporto con il consumatore sarà più intimo se l’azienda riuscirà a instaurare con esso una certa relazione basata non solo sull’identità ma anche sulla partecipazione al processo decisionale.

Nel sottotitolo di questo articolo ho fatto riferimento a uno slogan di un marchio famoso che dice: “Fate l’amore con il sapore”!

In questo caso ritengo che il marchio voglia portare il consumatore a un grado superiore di rapporto con il prodotto, creando un’esperienza associata a qualcosa di molto intimo nell’immaginario collettivo.

In definitiva, oltre alle molte strategie di acquisizione del cliente che il marketing ci offre, bisogna creare “intimità”. Le aziende devono entrare nelle emozioni e nei sentimenti del cliente per instaurare un rapporto speciale.

Quanti consumatori abbandonerebbero un brand come Apple?!

A mio parere, pochi!

 

Visita la mia libreria di consigli editoriali

Consigli editoriali

 

 

, , ,