Account falsi, follower falsi, interazioni e like falsi.

Molte volte abbiamo a che fare con account che si spacciano per veri ma per avere un ritorno in termini monetari vendono l’inesistente. Instagram ha proclamato la sua guerra contro le pratiche scorrette già da tempo, ma sembra che arginare il fenomeno sia più complicato di quanto si pensi.

Una ricerca Bozzole ha rivelato che dal 15% al 20% degli account instagram utilizza tecniche fraudolente e scorrette.  La piattaforma software di Buzzoole ha quindi sviluppato una tecnologia proprietaria in grado d’ identificare gli account falsi, i follower e tutte le interazioni fasulle.

Grazie a questa tecnologia si potrà indagare e comprendere chi è un influencer o un creator affidabile.

Come funziona?!

Quando gli influencer si iscrivono alla piattaforma di buzzoole, forniscono accesso ai loro dati compreso a Google analytics. Utilizzando algoritmi di apprendimento automatico la tecnologia studiata da buzzoole elabora i dati, consentendo ai brand di avere un quadro completo delle azioni degli influencer che utilizzano per le loro campagne. In questo modo diventa molto difficile per gli stessi utilizzare tecniche non corrette.

 

Gli indicatori che tiene presente la tecnologia sono:

  • Il rapporto reach-to-followers (indicatore principale di autenticità)
  • l’engagement-to-reach (controlla se le interazioni sono molto più alte della portata)
  • Crescita dei follower
  • Follower attivi quotidianamente

 

“Ian Samuel, CCO di Buzzoole, ha dichiarato: “Fin dall’inizio, Buzzoole è stato in prima linea nella battaglia contro le frodi dell’influencer, questo è il primo passo per vincere contro i falsi….. ha optato per i dati di piattaforme come Instagram. In base a dati errati, otterrai consigli sbagliati e risultati errati”.

“Collegarsi a questi dati significa che possiamo abbinare perfettamente gli influencer ai brief, fornire una ricca analisi sui risultati delle campagne e fornire chiare garanzie sui marchi che si impegnano solo con i migliori .”

 (the drum)

Conclusioni

In un mercato attivo come quello dell’ influencer marketing e dei social dove non tutti operano eticamente, sempre più si cercherà di arginare i “falsi”! Questo non può che portare vantaggi sia per coloro che operano eticamente che per le aziende che si affidano agli influencer.

Riuscire a capire quali risultati effettivi e quali vantaggi in termini economici un creator o influencer porta al brand sarà sempre più importante.

Le aziende avranno un mezzo in più per scegliere e valutare attentamente a quale “Influencer” affidare la visibilità del proprio brand!

Un lavoro etico e corretto nel tempo avrà i risultati. Veri!

 

 

 

 

, , , , ,