Ultime news
{"effect":"type","fontstyle":"bold","autoplay":"true","timer":4000}

Social Commerce?

Quello che puoi fare!

Quali sono i fattori importanti di cambiamento dei social per la vendita?

Sicuramente una delle possibilità in via di sviluppo è l’acquisto diretto del prodotto senza lasciare i canali social. Questo permette di raggiungere il possibile cliente dove l’e-commerce non può arrivare proprio.

Altra caratteristica essenziale è data dal fatto che con i social possiamo creare l’interazione diretta con il marchio e una comunità online, che ci permette di entrare in contatto con un pubblico giovane precedentemente molto difficile da raggiungere.

Il 71% dei Millennials oggi considera il proprio dispositivo mobile lo strumento di acquisto piu importante!

Il commercio social, in termini di profitto, ancora non riesce a dare un aumento considerevole delle vendite, questo perché non tutte le aziende conoscono le possibilità legate al mezzo e non tutte riescono a fruttarlo a 100%.

Qualcosa sta cambiando?!

La risposta è affermativa. Instagram per esempio ha compreso l’importanza dello shoppable con:

  • Check-in, in app
  • Adesivi acquistabili
  • Voci di un app per lo shopping

La piattaforma fotografica metterà a disposizione degli influencer lo shoppable, ad oggi solo le aziende avevano possibilità di farlo ma a breve la funzione sarà disponibile per gli influencer di alto profilo che potranno vendere direttamente ai propri fans.

Secondo un rapporto di Retail Drive il 41% dei brand ha adottato opzioni che permettono di acquistare direttamente da Instagram, mentre il 17% sfrutta al massimo il canale Facebook.

Anche se i dati sono positivi dobbiamo tener presente i limiti delle piattaforme. Instagram per esempio non permette a tutti di avere lo shopping diretto, non tanto per una questione di richiesta ma per problemi dello sviluppo della piattaforma.

In altre parole gli sviluppatori e il servizio clienti a mio modo di vedere non sono in grado di dare livelli qualitativi efficienti ed efficaci nella di risoluzione dei problemi inerenti alla piattaforma. In molti casi non si ha l’accesso all’utilizzo dello shoppable senza una ragione precisa.

Quali sono i marchi che ottengono buoni risultati?

Una delle aziende che sfrutta molto bene i canali social è Nike. L’anno scorso il brand ha testato la versione beta di Facebook Messenger.

“I consumatori dovevano inserire una serie di emoji nel chat- bot (chat automatizzata) di Facebook Messenger, questo li ha portati ad una esperienza AR che ha permesso a Nike di spingere il cliente ad acquistare i prodotti”.

 

Cinque modalità per sfruttare il social commerce!

  1. Facebook Messenger: Nike ha dimostrato come con i chat bot possiamo dirigere il cliente all’acquisto, utilizzando strumenti che permettano il coinvolgimento.
  2. Plug-in Spotify: Possiamo sceglierne molte che ci aiutano a guidare vendita e crescita, possiamo pensare alle barre di spedizione gratuite e ai negozi su Instagram.
  3. Impulso: Dobbiamo pensare a prodotti che le persone potrebbero acquistare d’impulso. Difficilmente ci sono acquisti mentre si scorre un feed.
  4. Utilizzare tag di prodotti shoppable: In questo modo potrai monitorare le conversioni e renderai il prodotto acquistabile in pochi click.
  5. Punta alla comodità: Pensa a contenuti facilmente fruibili e rendi il prodotto rilevante nella vita del pubblico.

Il futuro e rendere tutto più semplice. La nostra vita diviene sempre più frenetica e veloce così da praticare il consumo quasi usa e getta. Il consumatore diventa sempre più pigro e non ha voglia di fare giri immensi se desidera qualcosa.

Siamo nell’era del “Tutto e subito”, dove il cambiamento non è a lungo e medio termine ma a breve! Termine.

In poche parole, se non ci adatteremo, non riusciremo a sfruttare le opportunità di mercato, così come non comprenderemo i bisogni del consumatore.

 

 

 

, , , ,