Ultime news
{"effect":"type","fontstyle":"bold","autoplay":"true","timer":4000}

….. Dobbiamo Parlare!

Parole, parole, parole…. Io direi anche no!

Quante volte avete sentito questa frase? Immagino un’infinità!

Tutti vi devono parlare, al lavoro, a casa, in coppia, amici, parenti, genitori, associazioni, qualche sconosciuto sui social. Tutti vi devono parlare di qualcosa, ma tutto questo parlare non è forse solo “rumore”?  Non credete sia il caso di stare un po in silenzio e farvi i cazzi vostri?!

Quanta voglia di parlare hanno le persone della mia generazione? Perché dovremmo stare dietro a parole che non servono, a cose che non ci interessano, prive di contenuto e a volte anche abbastanza noiose, che ci creano ulteriori problemi, che comunque non ci appartengono.

Dove prendere la voglia di parlare? Dopo due anni di pandemia e una guerra in atto, ancora dobbiamo parlare del superfluo?

Siamo solo incazzati! La nostra generazione degli anni ottanta e novanta non ha proprio nulla da dire e soprattutto di ascoltare sempre un mondo che ci ha presi in giro.

A quarant’anni non possiamo e non vogliamo parole inutili, siamo pieni di parole!

Quali parole?

Quelle degli imprenditori che ti offrono lavori sottopagati e contratti da fame, a noi che abbiamo fatto ogni lavoro possibile e abbiamo un curriculum di esperienza. Siamo stanchi di prenderci responsabilità che non sono state causate da noi, ma intanto lo facciamo ancora. “La riforma universitaria, gli stage non retribuiti, la crisi del 2012, le diverse guerre, i contratti a chiamata, la partita I.V.A., e ora ancora due anni di pandemia e una guerra in corso”.

Non vogliamo parlare! Abbiamo bisogno di concretezza!

Invece dobbiamo ascoltare chi ha potuto comprarsi una casa, chi ha guadagnato negli anni 80 e dobbiamo sentirci anche delle merde! Basta!

Cosa volete ancora dalla nostra generazione?! No, chiedo per un amico!

Parole, parole, parole recitava una canzone. Chi ci ridarà quello che ci hanno rubato?

Siamo stanchi anche di ascoltare stronzate sui social, nonostante siamo la generazione che questo mondo lo ha cambiato, siamo stanchi di non poter immaginare il futuro (quello che ne è rimasto), e intanto dobbiamo stare qui ad ascoltare le vostre fregnacce.

Non vogliamo ascoltare i vostri problemi, la mancanza di questo e quell’altro. Noi siamo ancora qui a farci il culo e a vedere gente che invece ti prende per il cu…!

Milioni di morti, mancanza di lavoro, famiglie distrutte e noi siamo qui a dover parlare?

Le parole oggi più che mai non servono se la maggior parte delle persone le utilizzano per dare aria alla bocca o per dire scemenze su ogni piattaforma utilizzabile.

Ascoltami (anche se magari anche tu ti rompi il cazzo di ascoltarmi), se ti chiedono: “ti devo parlare “tu rispondi: “Io no” e se insistono dicendo: “Perché no”? Rispondi: “Perché mi sono rotto il cazzo”!

Basta con le parole, basta! Volete parlare? Allora pagate qualcuno, così voi vi sfogate e l’altro vi ascolta volentieri, consapevole di essere pagato per le vostre stronzate!

Ora se proprio dovete parlarci, presentateci fatti concreti e noi risponderemo si o no senza romperci le palle!