Scrivere “chi sono” non è molto semplice, anche perché sono alla continua scoperta del “io” ma questa volta faccio un piccolo sforzo per te che stai leggendo.

Ora potrei elencarti tutta la mia storia ma sono sicuro che ti annoierei, allora spero di descrivermi per come mi vedono i miei occhi anche perché noi non conosciamo chi siamo realmente per gli altri!

Ok! Iniziamo subito senza perderci in chiacchiere!
Io sono quattro! Cosa significa? Significa che fondamentalmente la mia storia si divide in quattro capitoli!

IL primo capitolo lo chiamerò

Lo scrittore incompreso

Quando avevo quattordici anni…. più o meno venti anni fa ero ossessionato dai sentimenti! Cosa vuol dire? Vuol dire che ero continuamente alla ricerca di emozioni forti che ben si sposavano con l’altro sesso.

Questi sentimenti adolescenziali mi obbligavano a sfogarmi scrivendo. Scrivevo di me, di quello che mi accadeva ma soprattutto degli amori finiti o mai iniziati. Qualunque cosa mi accadesse avrei dovuto scriverla ed è così che a quindici anni scrissi il mio primo “libro” dal titolo: “Quindici anni & company”.

Il mio libro è ancora ben custodito in un cassetto!
Ancora sogno di pubblicarlo! Vi chiederete: “tutto normale” !?
Si, se solo non fossi perseguitato dall’idea di essere incompreso dagli altri! Un eterno incompreso ma sicuro che nella vita sarei diventato uno scrittore…magari maledetto!

Il secondo capitolo lo chiamerò

Il bivio

Avevo finito le superiori ed era tempo di scegliere l’università! I genitori influenzano sempre le scelte o almeno ci provano ma io ero deciso a frequentare la facoltà di scienze della comunicazione (ok, ora non fare le solite allusioni). Mio padre mi disse: “iscriviti a medicina a Napoli, vedrai…. troverai lavoro subito e poi il medico è sempre un ottimo lavoro”.

Io semplicemente non solo non avrei voluto fare il medico ma non avrei scelto neanche Napoli come città! (Era troppo vicina a casa).

Dopo varie insistenze l’accordo fu raggiunto! Dissi a mio padre: “mi iscrivo a medicina a Napoli a patto che mi mantieni dieci anni all’università”! (Come avrebbe potuto accettare?!).

Di contro la sua minaccia fu: “iscriviti pure a Perugia presso la facoltà che preferisci…ma se non fai gli esami nei tempi, torni a casa”!

In quel momento avevo vinto io! Ora sarebbe dipeso solo da me!
In ogni caso mi sono laureato in Comunicazione d’impresa con un tesi di ricerca in Spagna. Obiettivo raggiunto. Ora sarebbe venuto il bello! Mio padre mi ha sempre ripetuto che l’università è una “vacanza pagata”!

La domanda ora sarebbe stata: “Giuseppe cosa farai da grande”?

Il terzo capitolo

Cosa farò da grande

Cosa avrei fatto è qualcosa che sinceramente non mi sono mai chiesto e dopo aver terminato l’università l’unica cosa che mi frullava in testa era: “diventerò un business man”! Come avrei fatto o come ci sarei riuscito sarebbe stato il tempo e la volontà a deciderlo.

Sapevo di dover fare la gavetta.
Vi assicuro ne ho fatta davvero tanta!

Arrivo a Roma in una nuova città. Inizio a lavorare (come stagista) per una azienda di servizi dove scrivo e seguo eventi (un po’ di tempo sono stato uno scrittore) per un giornale online che tratta di temi inerenti alla comunicazione.

Per sei mesi feci questo ma non essere retribuito non mi permetteva di sopravvivere…insomma io dovevo pur mangiare! Approdo in assicurazione con l’idea di guadagnare e crescere in questo mondo!

La verità? Il lavoro non era male ma mi interessava più la relazione con le persone che vendere prodotti assicurativi. Decido di lasciare la città sempre con la stessa domanda: “cosa farò da grande” !?

Il quarto capitolo lo chiamerò

Non vivere mai la vita di un altro!

Tornato alle origini insieme alla mia compagna ho iniziato la mia prima avventura imprenditoriale. Fondo una società di servizi e organizzazione eventi dove mi occupo sia del marketing che della gestione raggiungendo anche accordi di co-marketing di tutto rispetto.

Dopo sei anni, con la fine della relazione metto tutto in dubbio, compreso il mio lavoro ma soprattutto me stesso. Capisco che avrei dovuto fare quello che mi avrebbe fatto stare bene, quello che mi avrebbe reso felice e soddisfatto.

Dopo la mia avventura imprenditoriale vengo assunto da una grande azienda ma dura poco! Lo stipendio fisso avrebbe fatto comodo a tutti ma la mattina prima di andare a lavoro l’ansia aumentava.

I sintomi del malessere crescevano in me. Andare a lavorare con l’ansia è la cosa peggiore al mondo! Seguo un executive master in social media e web marketer che amplia i miei orizzonti accendendo una lampadina nella mia testa.

In quel momento capisco di aver semplicemente vissuto la vita di un altro, i sogni di un altro.

Scegliere la mia strada divenne una prerogativa! Ad un certo punto della vita fai solo quello che vuoi fare e del resto non ti importa molto!

Capitolo quinto

Oggi cosa faccio e chi sono?

Sono un social media marketer e un imprenditore digitale con la passione per la comunicazione ma soprattutto sono un altruista convulsivo!

Trasmettere la conoscenza e confrontarsi ogni giorno credo sia la forma più bella di altruismo. Condividere, informare e formare è una delle cose che mi rende felice.

Sono formatore per aziende e istituti superiori. Nel tempo libero lavoro, il restante faccio quello che mi piace! Amo viaggiare e interrogarmi su tutto. La vita la interpreto come un viaggio da vivere a 360 gradi.

Cosa mi piace?

Mi piace cucinare, il buon vino, camminare, correre, flirtare e baciare le persone! Mi piace Forrest Gump perché dà una soluzione ai problemi della vita!

Cosa non mi piace?

Non mi piacciono le persone false, per tutto il resto ci passo sopra! Non mi piace chi non mi piace e aggiungerei anche le fiction italiane (le odio).

I

In breve....

  • Laureato in Comunicazione Istituzionale e d’impresa, con master in social media e web marketing ed una esperienza all’estero (Spagna).
  • Redattore di www.sentieridigitali.it piccola testata giornalistica online per circa un anno, successivamente ho scelto di fare il consulente assicurativo.
  • Nel 2012 fondo la Happiness soc. Coop. Società di eventi nella quale mi occupo del marketing e della pianificazione di progetti/partnership aziendali.
  • Nel 2016 la mia ragazza mi lascia è mollo l’azienda nelle sue mani, vengo assunto da una società riconosciuta della grande distribuzione dove sono responsabile Trade marketing ed eventi…. ma dura poco.
  • Dal 2017 lavoro come freelance social media manager.
  • Docente di marketing e comunicazione per progetti.
  • Collaboro come formatore esterno di marketing e social media per diverse aziende.
  • Ho seguito come social media manager eventi nazionali come l’Italiansportawards.
  • Studio da una vita e non smetto mai!
  • Nel 2018 sono Seo di me stesso www.giuseppemaggio.it.

Ho fatto tremila altri lavori ma ti annoierei.
L’importante è cominciare a fare ciò che ti piace!

C

Certificazioni

Comunicazione pubblica degli enti territoriali

Google – Eccellenze digitali

Fashion e media relation

Executive master in Web marketing - Social media marketing & Community Management

D

Dicono di me.....

La sua competenza e la sua genuinità lo rendono un professionista di valore

Federico Falciani

Direttore marketing siQuri.com

Professionale e molto preparato

Simone Sorrentino

Essequadro Eyewear Handmade in Italy

Ottimo metodo di insegnamento, anche per i meno esperti di social marketing.

Fabio Gambacorta

Marmotecnica Arianese

Svolge il suo lavoro in modo professionale e con molta scrupolosità.

Eugenio Ricci

Portalettere presso Poste Italiane

Professionalità e competenza!

Donato Alfani

CEO at AD Company

I corsi del Dott. Maggio facilitano l'inserimento nel mondo del lavoro.

Simonetta Cardinale

Software Engineer

Alcune delle mie

Collaborazioni